Morire per l'euro? PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 08 Marzo 2014 14:44

 

Potrebbe apparire provocatorio o forse eccessivo ai più, il nostro titolo.


Ma i fatti e la realtà di tutti i giorni ci indicano tutt'altro e le conseguenze dei tagli e delle politiche di austerità in Europa sono rintracciabili oramai più nelle pagine di cronaca che all'interno dei quotidiani economico-finanziari. Aldilà delle varie teorie monetarie e degli ideali più o meno utopici, i numeri impietosi dipingono uno spaccato di società sofferente ed in piena fase recessiva, sia da un punto di vista economico che culturale. Sono perfino nati siti web che tengono traccia in modo analitico e quasi cinico degli effetti di questa crisi che sembra senza fine (CrisItaly), iniziata circa sei anni fa, ma le cui origini possono essere rintracciate indietro nel tempo tra i primi anni ottanta e i primi anni novanta. Accanto alla lunga e macabra lista di suicidi di imprenditori e comuni cittadini a causa della crisi economica ("Uno ogni due giorni e mezzo"), la cosa che colpisce maggiormente è sapere che in Grecia ("Il grande successo dell'euro") la mortalità infantile nei primi mesi di vita dei bambini è aumentata del 43%. A causa dei tagli imposti alla sanità. Una vera e propria strage degli innocenti ("La Strage degli innocenti"), di coloro che non avranno mai un futuro per le responsabilità della politica passata e presente. Un Europa che conduce alla disperazione in nome del rigore, alla morte in nome del bilancio, all'assenza di futuro in nome di un'ideologia costruita nel passato, forse non era proprio l'Europa che sognavano i padri fondatori (Europa: il sogno tradito di De Gasperi).


Ancora convinti che il titolo sia eccessivo?


A PARTIRE DALLE ORE 17:15 SARÁ TRASMESSA LA DIRETTA IN STREAMING AL SEGUENTE LINK:
http://www.livestream.com/picenotecnologie/

 

 

 

Ultimo aggiornamento Sabato 10 Maggio 2014 08:50
 
Joomla School Templates by Joomlashack